Selezione di villaggi turistici della Campania per le tue vacanze nelle più belle località della regione
Villaggi Campania
Sei in: 

Campania » Vacanza in totale relax alle terme di Ischia

Vacanza in totale relax alle terme di Ischia

Le terme di Ischia

Ischia: isola di origine vulcanica con sorgenti miracolose

Ischia è un comune italiano che sorge su un'isolotto del Mar Tirreno a largo di Napoli. La storia di questa piccola cittadina di soli 19000 abitanti, è fortemente legata all'acqua termale che scorga su questo sito. Invasa da varie popolazioni, Ischia venne battezzata per la prima volta dagli Eubei nel VII secolo A.C. Pinthecusa, e successivamente dai greci e dai romani Enaria o Inarime in onore dell'eroe Enea ivi rifugiatosi. Già nel IX secolo la località venne chiamata col l'appellativo di Ischia come attestato dalle bolle papali di papa Leone III vissuto tra il 795/816 D.C. 

Quest'isola di origine vulcanica, dai paesaggi lunari e dal mare cristallino fu scenario di ispirazione per Virgilio, Ariosto, Ovidio, Plinio, e Diodoro Siculo che ne decantò le lodi e le peculiarità delle acque termali. Quest'ultime conosciute già dalle popolazioni neolitiche, furono sapientemente usate dagli Eubei per curare la malattie della pelle e dei capelli, come attestato da reperti archeologici trovati a Pinthecusa, e conservati presso il Museo Archeologico Nazionale di Villa Arbusto a Lacco Ameno.

I Greci amanti della bellezza e della cura del corpo edificarono i propri templi lungo i corsi d'acqua, e la usarono per guarire le ferite riportate dai soldati durante gli scontri bellici. 

Con i Romani si diede nuovo impulso alla conoscenza delle proprietà benefiche di queste miracolose sorgenti, e si iniziarono a edificare dei veri e propri stabilimenti termali. Questo popolo iniziò ad usare l'acqua sulfurea allo scopo di rilassare il corpo e la mente, come dimostrato delle tavolette votive ritrovate vicino alla sorgente di Nitrodi a Barano d'Ischia conservate presso il Museo Archeologico cittadino.

Nella seconda decade del 1500 gli studi condotti dal medico e idrologo di origine calabrese Giulio Iasolico allora docente presso l'Universita di Napoli, diedero un nuovo impulso alla ricerca sui benefici termali delle sorgenti. Questo studioso effettuò delle ricerche scientifiche mirate a scoprire nuove fonti e pozzi, catalogò nuovi siti come quelli del Pozzillo e della Mortina, studiò la composizione chimica delle acque e gli effetti curativi di questa su alcune patologie diffuse a quei tempi.

Nell' opera inedita Dei Rimedi Naturali che sono nell'isola di Pinthecora oggi Ischia, Giulio Iasolino, portò alla conoscenza degli italiani la ricchezza termale dell'isola, descrivendo meticolosamente le caratteristiche della rinomata Sorgente del Castiglione. Nel secolo successivo grazie agli studi svolti dal medico calabrese, molti aristocratici napoletani usufruirono delle terme. Fu in questo arco temporale che un gruppo di benestanti decisero di costruire presso la cittadina di Casamicciola sulle sorgenti del Gurgitiello il Pio Monte Della Misericordia. Si trattava di uno stabilimento termale che doveva ospitare la gente più disagiata, che non avendo disponibilità economiche poteva liberamente usufruire di questa enorme richezza naturale. 

Le terme di Ischia: dove andare

Nel 1800 Ischia venne riconosciuta come capitale del termalismo europeo, e fino alla metà del Novecento vennero edificati nuovi centri termali e strutture ricettive adibite ad accogliere i numerosi turisti provenienti da tutto il mondo. Le terme di Ischia contano 29 bacini termali, 67 fumarole e 103 sorgenti. Alcune di queste sono libere e le vasche naturali sono ricavate direttamente sulla spiaggia. All'interno degli stabilimenti è possibile curarsi con inpacchi, massaggi, saune, bagni di fango, inalazioni, irrigazioni e applicazioni.

Oggi sono presenti sul territorio 83 aziende termali, di cui 22 nel comune di Casamicciola, 17 a Forio, 7 a Serrara Fontana, 2 a Barano, 7 a Lacco Ameno e 28 ad Ischia. 

Qui tra 1800 e il Novecento sono sorte varie strutture tra le quali: lo stabilimento termale comunale di Ischia, costruito nel 1845 su progetto dell'architetto Giuseppe Florio e ristrutturato completamente nel 1953; l'Hermitage Parck Terme, l'Aenaria Beauty Center, il Beauty Hotel le Querce, il parco termale Continental e le Spa Mare Blu e Miramare e Castello. In queste strutture si effettuano trattamenti estetici termali, riflessologia plantare, massoterapia, fangoterapia, terapie inalatorie, balneoterapia, docce filiforme, maschere di fango peeling viso, riabilitazione termale, talassoterapia, visite mediche specialistiche, diete personalizzate, bagni con ozono, aromaterapia, trattamenti anti acne e anti-cuperose, aerosol, riabilitazione fisioterapica, ionoforesi, digito pressione, massaggi rassodanti e anticellulite. 

Le acque termali, sono efficaci nella cura di malattie respiratorie,dermatiti, bronchiti, dolori articolari, coperose, acne, reumatismi e disturbi ginecologici. Queste acque di origine vulcanica presentano una temperatura variabile dai 18 ai 90 gradi centigradi, una conducibilità termica tra 841/56000Ms/cm e un contenuto alcalino fino a 600mg/L. 

L'importanza curativa di queste sorgenti viene riconosciuta a livello mondiale e attira durante l'anno numerosi visitatori. In questo luogo di relax esiste un connubio tra natura, arte e benessere apprezzato da molti turisti. Oltre le terme infatti l'isola offre attrattive culturali e paesaggistiche di notevole bellezza storica come il Palazzo Reale e la casina Bonocore, il porto e la valle dei bagni, Cartorama, il Vulcano Epomeo, l'acquedotto risalente al 1580 e il mare cristallino di Baia Di Carta Romana e la spiaggia degli Inglesi.