Selezione di villaggi turistici della Campania per le tue vacanze nelle più belle località della regione
Villaggi Campania
Sei in: 

Campania » Il fascino del Vesuvio uno dei vulcani più famosi al mondo

Il fascino del Vesuvio uno dei vulcani più famosi al mondo

Vesuvio

La storia del Vesuvio

Il Vesuvio è il simbolo della della città di Napoli, in quanto incornicia il paesaggio con la sua maestosità e la sua scenografica bellezza naturale. Ma il Vesuvio a Napoli è molto di più, in quanto gli abitanti e i visitatori ne percepiscono la grande forza naturale e lo rispettano come se fosse un'entità dalla forza maggiore. Del resto la scenografica bellezza di questa montagna, la sua forza dirompente e la sua storia millenaria lo hanno reso uno dei vulcani più famosi al mondo.

Il Vesuvio e il suo territorio:

Il Vesuvio è inserito nell'omonimo parco naturale, il quale è stato costituito nel 1995 al fine di preservare la magica natura che lo circonda. 

La conformazione geologica di quest'area è sicuramente speciale, in quanto l'area del Vesuvio è una delle zone più ricche di minerali di tutto il pianeta. L'importanza naturalistica di questa zona si manifesta agli occhi di ama l'ambiente con una varietà botanica e floreale di grande interesse. I minerali catalogati nella zona del Vesuvio sono oltre duecento e la ricchezza dei suoli lavici rende queste terre ricchissime e speciali per l'agricoltura e per la crescita delle specie botaniche.

Il Vesuvio e le terre che lo circondano sono ambienti naturali dove le varietà coltivate presentano delle caratteristiche organolettiche uniche, le quali si riscoprono nella coltivazione di frutta, come la dolcissima albicocca vesuviana, di uva speciale, dalla quale si ricava il rinomato Lacryma Christi e del polposo pomodorino da pizzo. Specialità uniche al mondo, che devono il loro sapore e la loro conformità alla ricchezza minerale del sottosuolo. 

Dal punto di vista naturalistico, il Vesuvio e le terre che lo circondano ospitano alberi di secolare bellezza, arbusti singolari come l'Elicriso litoreo, l'Ontano Napoletano e la rara Valeriana Rossa. Rapaci e animali selvatici vivono indisturbati in questa terra speciale, in quanto possono trovare il giusto nutrimento e contribuire alla salvaguardia dell'habitat naturale.

L'interesse geologico che circonda il Vesuvio a Napoli si allarga fino a raggiungere tutte le terre che lo circondano, in quanto il vulcano rappresenta il picco di una zona speciale che espande i suoi confini fino ai centri abitati e alla città di Napoli.

Il Vesuvio e la sua grande storia:

Il paesaggio che oggi si può osservare è il frutto dei tanti sconvolgimenti geologici che hanno toccato la Campania nel corso dei millenni. La nascita del Vesuvio risale a circa 400.000 anni fa e i primi abitanti che colonizzarono queste zone fertili furono i Greci e i Romani. Queste popolazioni stabilirono la loro colonia nelle falde del Vesuvio e vissero periodi di colonizzazione alternati, a causa dell'imprevedibilità del vulcano.

Le eruzioni che si sono succedute nel corso dei millenni hanno, infatti, decretato l'abbandono o la ripopolazione di queste aree. La catastrofica eruzione del 79 d.C. portò, infatti, all'abbandono delle colonie romane che si erano stabilite fra Ercolano, Pompei, Oplonti e Stabia, alla quale fece seguito un'altra catastrofica esplosione datata 472 d.C. Con il succedersi dei secoli, l'area si è popolata in modo sempre più massivo, giungendo al nostro presente con un'alta densità di abitanti.

A causa dell'espansione verso oriente della città di Napoli e della volontà di impiegare queste zone al fine della agricoltura, le aree delle falde del Vesuvio presentano nel nostro presente una ricca popolazione stabile, la quale ha in ogni caso costruito le abitazioni a debita distanza dal cratere. 

Il Vesuvio rimane in ogni caso il simbolo della storia greco romana che ha popolato queste aree e molte testimonianze della sua ricca e controversa storia possono essere ricercate nelle zone degli scavi archeologici e negli splendidi musei che popolano la città di Napoli.

Il Vesuvio e il turismo: un binomio vincente

La presenza di un vulcano a Napoli non solo rende il paesaggio ancor più caratteristico affascinante, ma attira ogni anno un turismo raffinato e votato a comprendere le caratteristiche geologiche e naturali legate a queste zone. 

Natura e arte urbana si fondono nel paesaggio circostante, in quanto le distanze tra il Vesuvio, i siti di interesse storico culturale limitrofi e la città di Napoli sono molto brevi e quindi facili da percorrere in ogni momento. 

Le bellezze architettoniche che definiscono la città di Napoli rappresentano un vanto per la Campania e per tutta la penisola. In questo contesto così speciale, tali bellezze si accompagnano alla possibilità di visitare zone naturali caratterizzate da aspetti naturalistici sicuramente speciali. Per questo motivo, i viaggiatori e i turisti amano fermarsi alcuni giorni nella regione Campania, in quanto sanno di poter contare su una sinergia tra natura, arte e storia impossibile da incontrare altrove. 

L'importanza turistica del Parco Naturale del Vesuvio è fondamentale, in quanto permette ai viaggiatori di scoprire nel dettaglio sia le caratteristiche naturali del parco, che di comprendere le tante evoluzioni geologiche che si sono succedute nel corso del tempo. 

La zona del Vesuvio può, infatti, essere percorsa attraverso una serie di sentirei guidati, i quali conducono il viaggiatore ad esplorare zone incredibilmente speciali, come la Valle dell'inferno dove si possono ammirare i depositi piroclastici, il Vallone della Profica dove è possibile ammirare il lavoro agricolo dell'uomo e la famosa Punta Nasone, da dove è possibile dominare tutto il complesso vulcanico. 

Questi paesaggi naturali rappresentano luoghi magici, dove i colori argentei dei depositi contrastano con il lucente verde della vegetazione e con i saturi colori della frutta matura. Il tutto si inserisce in un contesto paesaggistico mozzafiato, in quanto il blu delle acque della Campania e la scenografica visuale della città di Napoli accompagnano i turisti in un viaggio visuale indimenticabile, dove il Vesuvio è l'indiscusso protagonista di tutta la scena.